BURG – Personalizzare il tema del tuo BootLoader – Parte 1/2

Dopo aver illustrato come installare BURG in questo post, qualche mese fa, vediamo ora come creare un tema personalizzato!

Per modificare un tema già presente vi è questa piccola guida sul sito ufficiale. La trovate QUI.
Ma quello che ci interessa è crearne uno nuovo, quindi procediamo!

Per prima cosa ci serve uno sfondo. Se ne trovano tanti in giro, molti siti consento di scaricarli gratuitamente e uno tra questi è www.sfondissimo.com che vi segnalo in particolar modo perché ci ho trovato anche sfondi in 16:9 (widescreen) per i portatili.
Attenzione: tutte le immagini che andremo ad utilizzare servono in formato PNG. Qualora abbiate immagini in altri formati, basterà aprirli con GIMP, File → Salva come … → nome.png.

Io ho scelto questo sfondo:

Creiamo la nostra cartella nella home. La mia la chiamerò piano. Spostiamo il nostro sfondo dentro.

A questo punto dobbiamo creare il nostro file che conterrà le informazioni sullo stile, una sorta di CSS. Creiamo dunque un file theme e apriamolo con il nostro editor. (NB: il file si deve trovare dentro la cartella creata prima)

Per prima cosa aggiungiamo la seguente riga:

include "../minimum/template"

Iniziamo col definire le caratteristiche che avrà il nostro schermo (screen) a partire dallo sfondo:

screen {
 background = "$$/piano.png"

Impostiamo un titolo?

panel {
 height = "15%"
 text {
 extend = 1
 halign = right
 valign = center
 text = "My Personal Boot!"
 font = "aqui Regular 12"
 color = "#000000"
 }
}

Come potete vedere la sintassi non è complicata. Altezza, allineamento orizzontale, allineamento verticale, testo, colore in esadecimale. Per l’altezza si può utilizzare sia un valore percentuale, sia un valore numerico senza unità di misura. Basterà fare un paio di prove, mentre per quanto riguarda i font, potete trovare la lista di quelli utilizzabili dando questo comando nel terminale.

$ cat /boot/burg/fonts/font.lst

A questo punto, dopo il primo pannello che abbiamo utilizzato per un titolo, ne creiamo un secondo che diventerà la lista dei nostri sistemi operativi:

panel {
 id = __menu__
 popup = abs
 extend = 1
 width = 55%
 halign = right
 valign = top
 margin_size = 2
 max_items = 7
 }

Anche questo secondo pannello è completamente personalizzabile, fatta eccezione per le prime due voci, che indicano che il pannello è quello che conterrà le voci da scegliere. Cosa manca? Una progressbar che indica quanto tempo rimane prima della scelta automatica. Come si inserisce? Con un pannello!

panel {
 attach_right = 8
 attach_bottom = 1
 halign = right
 valign = bottom
 width = 42%
 height = 4%
 id = __timeout__
 border_size = 3/0
 border_color = "#191970"

 progressbar {
 width = 100%
 height = 100%
 color = "#87CEFA:#4682B4"
 }
 }

Ormai dovremmo aver preso abbastanza la mano da capire i vari parametri come modificano lo stile. Giusto una nota sul color della progressbar: il primo valore indica il colore della progressbar, il secondo valore indica il colore dello sfondo di questa. Non resta che definire lo stile delle voci del nostro BootLoader.
In questo passaggio, ricordiamoci di chiudere la parentesi graffa dell’istanza screen:

}

template_menuitem {
 panel {
 parameters = "class=image.class:title=text.text"
 direction = left_to_right
 margin_size = 7/0
 space = 1
 image {}
 text {
 valign = center
 font = "DejaVu Sans Bold 14"
 color = "#000000:#FFFFFF"
 }
 }
}
include "../icons/small"

Questa parte si commenta da se. Nel color il primo valore indica il colore del testo normale, il secondo il colore del testo della voce selezionata. L’include finale serve a pescare le icone dei sistemi operativi direttamente dalla cartella di Burg.

Alla fine di questo articolo il vostro file theme dovrebbe avere questa forma

include "../minimum/template"

screen {
 background = "$$/piano.png"

 panel {
 height = "15%"
 text {
 extend = 1
 halign = center
 valign = center
 text = "My Personal Boot!"
 font = "aqui Regular 12"
 color = "#000000"
 }
 }

 panel {
 id = __menu__
 popup = abs
 extend = 1
 width = 55%
 halign = right
 valign = top
 margin_size = 2
 max_items = 7
 }

 panel {
 attach_right = 8
 attach_bottom = 1
 halign = right
 valign = bottom
 width = 42%
 height = 4%/6
 id = __timeout__
 border_size = 3/0
 border_color = "#191970"

 progressbar {
 width = 100%
 height = 100%
 color = "#87CEFA:#4682B4"
 }
 }

}

template_menuitem {
 panel {
 parameters = "class=image.class:title=text.text"
 direction = left_to_right
 margin_size = 7/0
 space = 1
 image {}
 text {
 valign = center
 font = "DejaVu Sans Bold 14"
 color = "#000000:#FFFFFF"
 }
 }
}

include "../icons/small"

Finito! Per poter utilizzare il nuovo tema bisogna copiarlo nella directory del burg. Apriamo il terminale e …

$ sudo cp -r ~/piano /boot/burg/themes/

Attenzione a sostituire piano col nome della vostra cartella in cui avete messo lo sfondo e il file theme.
Sempre da terminale, vediamo come esce fuori

$ sudo burg-emu

Premiamo F2 e scegliamo dall’elenco, il nostro tema. Et voilà! Se avete seguito passo passo tutta l’articolo, il risultato sarà uguale al mio, ovvero:

L’articolo finisce qui. Nella seconda e ultima parte spiegherò come poter abbellire ancora di più il vostro Bootloader con cornici e con aggiunta di tasti personalizzati. Per qualsiasi domanda, lasciate un commento ;)

Seconda Parte



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Post Correlati:

Resta aggiornato abbonandoti al feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento oppure inviare un trackback dal tuo sito.

2 Commenti »

 
  • Speppa scrive:

    Ciao, guida molto interessante. Hai già scritto la seconda parte? Non l’ho vista nel tuo blog.
    Ancora complimenti!

    • Matteo Admin scrive:

      Ciao Speppa,
      Ti ringrazio per i complimenti.
      Purtroppo il tempo è tiranno e non ho avuto modo di fare le ultime modifiche e metterla online.

      Se riesco la mando online tra poco!

 

Lascia un Commento

XHTML: È possibile utilizzare questi marcatori: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>